Carbone Solare

Il modo più semplice per produrre carbone solare è quello di riscaldare una biomassa con dell’aria calda proveniente dallo scambiatore di calore Isomorph solar-air, allo stesso modo in cui viene tostato il caffè. In questo modo biomasse povere (paglia, verde, rifiuti,…), che non sarebbero riutilizzabili in altra maniera, si trasformano in combustibili di alta qualità. 

Questo impianto tosta biomasse povere con una potenza di 25 kW

L’uniformità e l’alta qualità del carbone solare permettono l’uso di gassificatore estremamente semplice, che produce una fiamma calda e pulita. Può sostituire gas o caldaie a carbone nelle industrie esistenti, per esempio negli impianti a carbone, rendendoli CO2 neutrali. Il gassificatore può essere anche utilizzato per produrre syngas, e dovrebbe essere abbastanza triviale ricavarne combustibili liquidi, facendo sì che le automobili diventino CO2 neutrali. Le applicazioni di questo gassificatore sono pressoché infinite – saremmo molto felici di incontrare investitori o collaborazioni per accelerare il processo di sviluppo, che potrebbe portare un contributo sostanziale alla riduzione mondiale di CO2.

Per i primi 80 minuti è stato gassificato del pellet di legno e in seguito zostera marina. Il gassificatore ha lavorato in modo continuativo ed autonomo, indipendentemente dalla natura del materiale.

Il Carbone Solare è un punto di svolta perché:

-è un modo per conservare l’energia solare per lunghi periodi di tempo e senza perdite;

-combina energia termica ed elettrica (provenienti da fonti di energia rinnovabili), permettendo la sostituzione del carbone fossile;

-permette alle industrie tradizionali di passare alle energie rinnovabili senza grossi sconvolgimenti.